/ Curiosità / SCOTTRADE MULTATA DALLA SEC PER 2,5 MILIONI DI DOLLARI

SCOTTRADE MULTATA DALLA SEC PER 2,5 MILIONI DI DOLLARI

Vincenzo Quarta on 30 gennaio 2014 - 20:08 in Curiosità, News Internazionali

Scottrade, Broker online con sede a Saint Louis nello stato del Missouri, è stato accusato dalla Securities and Exchange Commission, l’ente federale statunitense di vigilanza della Borsa, di non aver fornito informazioni dettagliate sull’attività di trading di alcuni clienti. La società ha accettato di risolvere la controversia pagando un’ammenda di 2,5 milioni di dollari ed ammettendo di aver violato le disposizioni sulla tenuta dei registri, nell’ambito delle leggi federali sui titoli. Secondo la SEC, Scottrade non sarebbe riuscita a fornire informazioni complete, relative a delle transazioni eseguite su un conto e sulle quali l’ente stava indagando a partire da dicembre 2011. Scottrade, interrogata dalla SEC, ha riferito che un errore del sistema informatico aveva portato all’omissione involontaria di alcuni dati sulle transazioni da marzo 2006 ad aprile 2012. I Broker, secondo la legislazione statunitense, sono tenuti a fornire alla SEC delle informazioni, conosciute come “blue sheet”, relative a titoli o transazioni specifiche e sono spesso richieste al fine di determinare se vi è stata, ad esempio, un’attività illegale. Le informazioni fornite alla SEC devono contenere il nome del titolo, la data, il prezzo, il volume della transazione ed un elenco delle parti coinvolte. Il nome “blue sheet” deriva, appunto, dal colore blu della carta su cui venivano stampati anche se oggi, a causa degli elevati volumi scambiati, le informazioni sono fornite elettronicamente attraverso un sistema chiamato Electronic Blue Sheet o EBS.

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *