/ News Internazionali / FCA, OCCHI PUNTANTI SUL SOCIAL TRADING

FCA, OCCHI PUNTANTI SUL SOCIAL TRADING

Vincenzo Quarta on 14 marzo 2014 - 20:23 in News Internazionali, Serv Social trading

La Financial Conduct  Authority, l’ente britannico di vigilanza dei mercati finanziari, ha inviato una lettera alle società che offrono servizi di copy trading sul Forex, notificando l’intenzione di classificarli come veri e propri consulenti finanziari. L’Autorità vuole indagare sulla possibilità di produrre linee guida normative specifiche per le piattaforme di social trading. Il social trading è frutto dell’incontro tra trading online e social network: nel social trading, infatti, i trader condividono con la propria rete operazioni e strategie di trading. In alcuni casi è possibile copiare le operazioni di un trader “esperto” e replicarle fedelmente sul proprio conto senza intervenire nella fase di trasmissione dell’ordine all’intermediario, ma utilizzando le funzionalità della piattaforma offerta dal broker: è questo il caso del copy trading, detto anche mirror trading. Come a dire che la figura del consulente finanziario tradizionale è stata sostituita da quella di un trader, spesso anonimo, trovato su Internet. Per questo motivo la FCA, organismo costituito lo scorso anno per sostituire la Financial Services Authority, intende regolare questa pratica in un quadro simile a quello utilizzato per monitorare i promotori finanziari. Ai fini della regolamentazione, inoltre, è importante stabilire se l’investitore prende autonomamente la decisione di utilizzare una rete di social trading o se le società sollecitano attivamente e raccomandano l’uso di tali piattaforme promuovendo il copy trading.

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *